invia/condividi stampa feed rss

ACCORDO DI PROGRAMMA COMUNE - ASST PAPA GIOVANNI XXIII

ACCORDO DI PROGRAMMA COMUNE - ASST PAPA GIOVANNI XXIII
15/06/2016

Comunicato stampa

Accordo tra Papa Giovanni e Comune di Villa D’Almè

per la nuova sede del distretto socio sanitario

della Valle Brembana e Valle Imagna


La nuova struttura accorperà le attuali sedi del distretto socio sanitario di Via Roma e Via Fratelli Calvi e trasformerà l’area dove oggi ha sede la Scuola secondaria di primo grado di Villa D’Almè in una cittadella della salute a servizio dei cittadini di Villa D’Almè e di tutti gli abitanti delle Valli Brembana e Imagna.

Bergamo, 15 giugno 2016 – E’ stato sottoscritto oggi tra l’ASST Papa Giovanni XXIII e il Comune di Villa D’Almè un accordo di programma per la realizzazione della nuova sede del distretto socio sanitario territoriale della Valle Brembana e Valle Imagna.

Nel dettaglio la nuova struttura, che verrà realizzata dove ore sorge l’attuale Scuola secondaria di primo grado di Villa D’Almè, in Via Dante n. 2, accorperà e ospiterà i servizi, la segreteria e la direzione del Distretto, il servizio di  Continuità assistenziale e gli ambulatori pediatrici, che attualmente si trovano al civico 6 di Via Roma, il consultorio familiare di Via Fratelli Calvi n. 25 e gli ambulatori collocati al civico 16 di Via Roma, precedentemente gestiti dall’Ospedale di Treviglio e passati con la riforma della sanità lombarda sotto la direzione dell’ASST Papa Giovanni XXIII.

La nuova sede avrà anche il vantaggio di garantire una maggiore accessibilità dei servizi, migliore organizzazione interna degli spazi e dei percorsi, a beneficio sia degli operatori che dell’utenza, che potenzialmente è pari ai circa 43 mila abitanti del Distretto.

La nuova struttura verrà realizzata dall’acquirente dell’area dove ora sorge la Scuola secondaria, che dovrà riservare ai servizi socio sanitari erogati dall’ASST uno spazio di almeno 1500 m2 (ampliabili a 1900 m2). Gli ulteriori spazi del nuovo edificio potranno essere destinati a spazi commerciali e servizi collegati all’attività sanitaria, studi di medici di base, bar e punti di ristoro.

L’area verrà a breve messa in vendita e l’ASST pagherà un affitto al futuro nuovo proprietario per gli spazi riservati ai servizi di sua competenza

Vi invitiamo, per una completa informazione, a leggere l'intero testo dell'Accordo scaricabile al seguente --> link