invia/condividi stampa feed rss

Profilo del Comune

Il territorio e gli abitanti

Centro prevalentemente residenziale ed artigianale della collina bergamasca, è situato all'ingresso della Valle Brembana e della Valle Imagna.

Posto ad un'altitudine di 299 metri sul livello del mare, dista da Bergamo 9 chilometri e 50 da Milano La superficie comunale è di Kmq 6,36 comprendente le località Bruntino e Campana.

Il comune è confinante con quello di Sorisole, Almè, Sedrina, Almenno San Salvatore e Ubiale Clanezzo.

oIl nucleo storico del paese si snoda a partire dalla chiesa parrocchiale lungo le vie Prada, Borghetto, Locatelli e la via centrale Mazzini. Alle spalle di questo nucleo pianeggiante si ergono come in un anfiteatro naturale verdi colline, boschi e vigneti, a cui si affacciano le contrade di Bruntino, San Mauro, con l'omonima chiesa benedettina del XIV secolo, Foresto I e Foresto II. Da qui partono numerose passeggiate all'interno del Parco dei Colli, tra le quali il tradizionale giro del monte Bastia.

La parte più bassa del paese è quella che si trova nelle immediate vicinanze del fiume Brembo, con la località Ghiaie, sede del Linificio, importante complesso industriale, qui sorto nel 1836, dove si produce uno dei migliori lini del mondo, e con la località Fonderia dal nome di una fucina settecentesca che produceva cannoni per l'arsenale di Venezia.

Provenendo da Bergamo si incontra la località Brughiera, dove fino ad alcuni fa, in un antico cascinale si trovava la sede di un maniscalco, ove sostavano numerose carrozze e cavalieri che scendevano dalla Valle Brembana.

Uscendo dal paese, percorrendo la strada statale che porta verso la Valle Brembana si raggiunge infine la frazione Campana. 

Ancora oggi, come è nella tradizione dei paesi bergamaschi, la gente si riconosce ricorrendo a vecchi soprannomi: Tolòt, Rasgòt, Filù, Pisagì, Tri e Tri, Cagiàda, Poia, Ciuicì, Tambor, Maiaof, Pistrì...

 

Opere d'interesse storico-artistico

Nel territorio del Comune sono presenti alcuni edifici che testimoniano la vita degli uomini e delle donne che lo hanno abitato nel corso dei secoli. Si tratta di casa contadine e rustici addossati gli uni agli altri nelle località di Foresto, Cà dell'Orto e Bruntino Alto, nonché di ville padronali e di resti di antiche costruzioni, quali la probabile presenza di un castello.

Tra le ville da vedere, ricordiamo:

  • Villa Locatelli Milesi costruita nel 1798 sopra un edificio cinquecentesco, ove si trovano eleganti decorazioni che ornano il salone centrale
  • Villa del Ronco Alto, scelta come elemento centrale dello stemma del Comune. La villa risale presumibilmente al 1600 e rimaneggiata nel 1800. Presenta uno svariato numero di pezzi recuperati da antichi edifici: colonne marmoree, capitelli di ordini diversi, stemmi, busti in pietra, il Leone di San Marco
  • Villa Olmo, secentesca, costruita sui resti di un edificio preesistente
  • Villa Baglioni del 1700, oggi incorporata nella Casa di Riposo Baglioni

Altre testimoniante storicoartistiche le ritroviamo in case coloniche quali:

  • Ca' dell'Ora, settecentesca con un bel loggiato affrescato
  • Ca' del Piantù presso cui è conservato un enorme torchio del 1808.

La Chiesa parrocchiale

Dedicata ai santi patroni Faustino e Giovita, fu costruita e completata in tre periodi a partire dal 1771 al 1807. Al suo interno, composto da una sola navata, si possono ammirare la pale centrale con il martirio dei santi patroni, opera di F. Comerio ed una tela di G. Ceschini raffigurante la Vergine in gloria. L'organo, collocato sopra il presbiterio, è un Serassi del 1806. Nell'attigua sagrestia si conservano una secentesca Pietà di Carlo Ceresa e un ritratto di San Nicolò del villese Aldo Locatelli.

La Chiesa della Scabla

Eretta nel 1700, è conosciuta come la "Cesina dei morcc de la Scabla" a ricordo della peste del 1630, ricordati il 16 agosto di ogni anno, in occasione della festa di San Rocco.

La Chiesa parrocchiale di Bruntino

Iniziata nel marzo del 1935, fu condotta a termine nei primi mesi dello stesso anno, grazie alla determinazione del suo parroco e soprattutto al lavoro instancabile dei bruntinesi che la dedicarono al Sacro Cuore di Gesù. L'erezione della Chiesa favorì nel dicembre 1943, la costituzione della nuova parrocchia di Bruntino , fino ad allora facente parte della Parrocchia di Villa d'Almè

La Chiesa di San Mauro

Eretta sulla fine del 1500 a ricordo della Visitazione di Elisabetta a Maria, vide la devozione dei fedeli a San Mauro abate, a partire dal 1780. Il fabbricato primitivo venne successivamente completato con la costruzione di un campanile, di stile romanico, con due campane, cui nel 1856 si aggiungerà una piccola sagrestia. La chiesa è meta di numerosi fedeli anche dei paesi limitrofi, in occasione della festa di San Mauro del 15 gennaio, ove si svolge ogni anno una tradizionale sagra con bancarelle di ogni genere, tra le quali i tradizionali biligocc.

Altre chiese

Chiesa dell'Addolorata, l'edificio religioso più antico della parrocchia, di cui è difficile risalire alla data esatta della sua edificazione

Chiesa della Ventolosa del 1605 e dedicata a San Carlo Borromeo

Chiesa della Casella, sita in località Ghiaie

 

Cultura, istruzione, sport, tempo libero 

Il Comune ha un proprio Museo civico, di scienze naturali, dedicato alla memoria del suo fondatore Severo Sini il quale negli anni cinquanta creò una notevole raccolta di materiali di scienze naturali. Nel museo sono esposte preziose collezioni di erbe, vertebrati, insetti, animali, minerali e fossili che riassumono la storia geologica della provincia di Bergamo, in particolare della Valle Brembana.

All'interno dell'edificio Comunale vi è la Biblioteca Comunale con un'ampia sala di lettura e consultazione.

Nel Comune sono presenti una Scuola Materna parrocchiale, una Scuola Elementare ed una Scuola Media, facenti parte dell'Istituto Comprensivo con le scuole del Comune di Almè.

In località Brughiera sono collocati gli impianti sportivi, dotati di campo di calcio in erba con tribuna coperta, campi da tennis e da calcetto, coperti e scoperti, bar e diversi spogliatoi.

Per il tempo libero sono inoltre a disposizione diversi parchi comunali, tra i quali va citato per la sua ampiezza, il Parco Papa Giovanni XXIII, accanto all'edificio comunale.

 

Altri servizi

Nel Comune si trova anche la Caserma dei Carabinieri, la Stazione ecologica in località Gnere, le Poste, la Croce Rossa, il Nucleo di Protezione Civile e altri servizi resi da numerose Associazioni di Volontariato.