invia/condividi stampa feed rss

Statuto del comune di Villa d'Almé

gonfalone

 

Cos'è lo Statuto

Lo Statuto è la carta fondamentale del Comune e ne regola l'ordinamento generale nell'ambito dei principi fissati dalla legge.

 

In particolare disciplina:

  • il funzionamento degli organi di governo comunali e delle circoscrizioni, 
  • la partecipazione dei cittadini all'attività politico-amministrativa,
  • il diritto di accesso dei cittadini alle informazioni e ai procedimenti amministrativi,
  • gli indirizzi per la gestione dei servizi pubblici comunali,
  • le forme di collaborazione del Comune con gli altri enti,
  • l'organizzazione degli uffici e del personale.

 

Approvazione e modifiche

Di solito un atto è approvato dal consiglio comunale quando vota a favore la maggioranza dei consiglieri presenti (maggioranza semplice).

Considerata l'importanza dello Statuto, la legge ha stabilito che per la sua approvazione (e anche per le successive modifiche) è necessaria una maggioranza qualificata, che viene calcolata sulla base del numero dei membri del consiglio comunale.

Perché lo Statuto venga approvato devono esprimere voto favorevole due terzi dei consiglieri comunali assegnati; se tale maggioranza non viene raggiunta, è necessario ripetere la votazione in due sedute successive, ed in entrambe deve votare a favore la metà + 1 dei consiglieri.

Lo Statuto del Comune di Villa d'Almè, approvato dal Consiglio Comunale nel 1991 e revisionato nel 2001, contiene le regole generali per il funzionamento dell'Ente.

Documenti allegati: