19 Novembre 2020

L’intervento è finalizzato a sostenere le microimprese lombarde e i lavoratori autonomi con partita iva individuale non iscritti al Registro delle imprese, che sono stati particolarmente colpiti dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio del Covid-19, mediante un intervento di ristoro che operi in addizionalità e in complementarietà con gli interventi previsti nei provvedimenti statali.
La misura sarà attivata con due Avvisi: il primo dedicato alle microimprese e il secondo ai lavoratori autonomi con partita iva individuale non iscritti al Registro delle imprese.

Contributi a fondo perduto di 54,5 milioni di euro di cui 40,5 milioni a favore delle microimprese (indennizzo da 1.000 fino a 2.000 euro per impresa) e 14 milioni per i lavoratori autonomi con partita IVA individuale (indennizzo di 1.000 euro) non iscritti al registro delle imprese operanti in Lombardia.
Le domande, da presentare online, sono previste per le:
1) microimprese dal 23-27 novembre (con pagamento del dovuto entro il 31 dicembre);
2) partite IVA individuali dall’11-15 gennaio (con pagamento entro il 24 gennaio).
Il contributo a fondo perduto una tantum a titolo di indennizzo è senza vincolo di rendicontazione delle spese connesse.
Ogni impresa/lavoratore autonomo con partita iva individuale può presentare una sola domanda di agevolazione di cui alla misura SI! Lombardia. L’indennizzo lombardo è cumulabile con quelli statali.

 

In allegato tutti i dettagli.