A chi è rivolto

Al contribuente destinatario dell’avviso di accertamento

Descrizione

L'accertamento con adesione, detto anche concordato, è un "accordo" tra il contribuente e il Comune che può essere raggiunto sia prima dell'emissione di un avviso di accertamento, che dopo, sempre che il contribuente non presenti ricorso davanti al Giudice tributario. L'accertamento con adesione è una procedura che può essere avviata sia dal Comune, prima della notifica dell’avviso di accertamento, oppure dal contribuente, subordinatamente alla notifica di avviso di accertamento.

Il ricorso all’accertamento con adesione presuppone la presenza di materia concordabile e quindi di elementi suscettibili di apprezzamento valutativo per cui esulano dal campo applicativo dell’istituto le questioni cosiddette “di diritto” e tutte le fattispecie nelle quali l’obbligazione tributaria è determinabile sulla base di elementi certi.

Come fare

Il contribuente compila in autonomia l’istanza di accertamento con adesione.

Compilare l’apposito modulo, apporre la firma (autografa o digitale), e consegnarlo al protocollo comunale, anche tramite PEC o PEO (mail).

In aiuto, nella sezione Modulistica, è stato predisposto il modello utilizzabile

Cosa serve

È necessario far pervenire al Servizio tributi:

  • la documentazione idonea a comprovare le motivazioni proposte
  • copia di un documento d’identità del dichiarante
Cosa si ottiene

Definizione in adesione della pretesa tributaria, e prolungamento dei termini di impugnazione e pagamento dell’avviso di accertamento di ulteriori 90 giorni. 

Tempi e scadenze

Nessuna Scadenza

Per il contribuente, l’istanza è da presentare entro 60 gg dalla notifica del provvedimento.

Per il Comune, l’ufficio tributi formula invito a comparire entro 15 giorni dal ricevimento dell’istanza. 

Costi

Il servizio è gratuito

Accedi al servizio

Clicca qui per prenotare un appuntamento:

Prenota Appuntamento

Documenti
Modulistica
Argomenti

Ultimo Aggiornamento

29
Mar/23

Ultimo Aggiornamento